Dissuasori di velocità: è lecito installarli? Quali sono le maggioranze necessarie per provvedervi?

09.08.2011 17:38

 

(04/05/2011)di Alessandro Gallucci,

 

Nei condomini che hanno tra le parti comuni dei viali interni transitabili da automobili e ciclomotori, non è raro che si presenti l’esigenza di regolamentare la velocità per evitare pericoli per l’incolumità delle persone. Alle volte il semplice limite di velocità stabilito per regolamento può rivelarsi insufficiente. Si opta così, in alcune occasioni, per l’installazione dei dissuasori di velocità, altrimenti noti come dossi.
 
Di chi è la competenza ad installarli?
 
Con quali maggioranze decide l’assemblea?
 
Per rispondere alla prima domanda è necessario domandarsi, ulteriormente: l’installazione dei dissuasori è da considerarsi innovazione? In assenza di precise disposizioni codicistiche, la Cassazione ha dichiarato che “ per innovazioni delle cose comuni s'intendono, dunque, non tutte le modificazioni (qualunque opus novum), sebbene le modifiche, le quali importino l'alterazione della entità sostanziale o il mutamento della originaria destinazione, in modo che le parti comuni, in seguito alle attività o alle opere innovative eseguite, presentino una diversa consistenza materiale, ovvero vengano ad essere utilizzate per fini diversi da quelli precedenti (tra le tante: Cass.,23 ottobre 1999, n. 11936; Casa., 29 ottobre 1998, n. 1389; Cass., 5 novembre 1990, n. 10602)” (così Cass. 26 maggio 2006 n. 12654). Alla luce di questa definizione non può non concludersi che la scelta dell’apposizione di dissuasori di sosta non può essere considerata un’innovazione in quanto non si muta l’originaria destinazione del bene (in questo caso la strada condominiale).
 
Ciò detto è bene capire se l’intervento manutentivo debba essere considerato ordinario, straordinario e quindi a chi spetta deciderlo.
 
Indubbiamente una voce fondamentale nella catalogazione spetta al costo dell’intervento. Una spesa contenuta (la valutazione andrà fatta in relazione ad ogni singola compagine), non può non portare a concludere per l’ordinarietà dell’intervento.
 
In questo caso la competenza a decidere è duplice: da un lato l’amministratore, dall’altro l’assemblea.
 
Quanto all’amministratore la competenza deriva da quanto disposto dell’art. 1130, primo comma nn. 1 e 2, c.c. a mente dei quali il mandatario dei condomini deve curare l’osservanza del regolamento e “ disciplinare l'uso delle cose comuni e la prestazione dei servizi nell'interesse comune, in modo che ne sia assicurato il miglior godimento a tutti i condomini”. In sostanza perché il legale rappresentante del condominio non potrebbe non ordinare l’installazione di dissuasori?
 
Quanto all’assemblea, è cosa nota che l’assise abbia una competenza generale a deliberare interventi manutentivi e conservativi inerenti le parti comuni, sia di propria iniziativa che ratificando l’operato dell’amministratore. Quali sono le maggioranze necessarie? In assenza di specifiche indicazioni normative non v’è motivo per dubitare che la deliberazione sarebbe legittimamente assunta se:
 
a) in prima convocazione riportasse con “ un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell'edificio” (art. 1136, secondo comma, c.c.);
 
b) in secondo convocazione fosse adottata con “ un numero di voti che rappresenti il terzo dei partecipanti al condominio e almeno un terzo del valore dell'edificio” (art. 1136, terzo comma, c.c.).
 
Nel caso d’opera qualificabile come straordinaria, infine:
 
1) l’amministratore potrebbe disporla nei soli casi d’urgenza (es. reiterati incidenti), salvo riferire alla prima assemblea utile;
 
2) l’assemblea dovrebbe deliberarla con le maggioranze suindicate tenendo presente che nel caso d’intervento di notevole entità la maggioranza, sia in prima che in seconda convocazione sarebbe sempre quella indicata dal succitato n.1.
 
CondominioWeb.com
Avv. Alessandro Gallucci

Contatti

Studio Vasini snc - Amministrazioni Condominiali, Immobiliari, Servizi e Consulenze c/Terzi

studiovasini@gmail.com

Via Mar Tirreno, 46
47814 Bellaria-Igea Marina (RN)
www.studiovasini.it

Orari Ufficio:
08:30-12:30 - 14:30-18:30
CHIUSO IL MERCOLEDI'

Rag. Raffaello e Dott. Marco
Telefono 0541.344651
Telefono 0541.345574
Telefax 0541.344777

Cellulare (+39) 380.7891757
Cellulare (+39) 346.9852347

Cerca nel sito

Foto usata sotto licenza Creative Commons da Fraser Mummery  Studio Vasini snc di Vasini Raffaello e Vasini Marco - © 2010 Tutti i diritti riservati.

Powered by Webnode