IL CREDITORE IPOTECARIO PUÒ OPPORRE IL PROPRIO TITOLO AL CONIUGE DEL DEBITORE CHE, ALLA MORTE DI QUESTI, ABBIA ACQUISTATO IL DIRITTO DI ABITAZIONE SULLA CASA FAMILIARE

10.02.2011 15:57

 (01/02/2011)

Cass. civ., sez. III, 13 gennaio 2009, n. 463

Se alla morte dell'ereditando sulla proprieta' dell'immobile persiste un'ipoteca, siccome cio' consente al creditore ipotecario di assoggettare ad espropriazione forzata tale diritto, l'azione esecutiva gia' intrapresa nei suoi confronti e la successiva vendita non possono risultare impedite dai diritti attribuiti al coniuge superstite dall'articolo 540 cod. civ., comma 2.

 
Al coniuge spetterà soltato, all'esito del processo esecutivo e in corrispondenza del valore dei diritti rimasti estinti, l'eventuale residuo. 
 

CondominioWeb.com

Contatti

Studio Vasini snc - Amministrazioni Condominiali, Immobiliari, Servizi e Consulenze c/Terzi

studiovasini@gmail.com

Via Mar Tirreno, 46
47814 Bellaria-Igea Marina (RN)
www.studiovasini.it

Orari Ufficio:
08:30-12:30 - 14:30-18:30
CHIUSO IL MERCOLEDI'

Rag. Raffaello e Dott. Marco
Telefono 0541.344651
Telefono 0541.345574
Telefax 0541.344777

Cellulare (+39) 380.7891757
Cellulare (+39) 346.9852347

Cerca nel sito

Foto usata sotto licenza Creative Commons da Fraser Mummery  Studio Vasini snc di Vasini Raffaello e Vasini Marco - © 2010 Tutti i diritti riservati.

Powered by Webnode