La presunzione di comunione dei cortili di fabbricati condominiali si estende anche ai cortili compresi tra edifici limitrofi

23.02.2010 16:25

(26/06/2009)

App. Napoli Sez. III, sentenza del 22 gennaio 2009

 

La presunzione di comunione dei cortili di fabbricati condominiali, prevista dall'art. 1117 cod. civ., si estende anche ai cortili compresi tra edifici limitrofi, pur se appartenenti a proprietari diversi, in quanto tale presunzione si fonda sulla normale destinazione del cortile al servizio dell'edificio in condominio e la medesima situazione si può realizzare anche nel caso di destinazione all'uso ed alle necessità di più edifici limitrofi, appartenenti a proprietari diversi, ove lo stesso sia strumentalmente destinato a dare aria, luce, ed accesso a tutti i fabbricati che lo circondano (Cass. civ. 14559/2004). A vincere la presunzione di comunione, è necessario che il "titolo contrario" - vale a dire l'attribuzione di proprietà esclusiva ad una od a determinate persone - risulti in modo non equivoco, e che si tratti di beni destinati, di fatto, al servizio esclusivo di una o più unità immobiliari.

Contatti

Studio Vasini snc - Amministrazioni Condominiali, Immobiliari, Servizi e Consulenze c/Terzi

studiovasini@gmail.com

Via Mar Tirreno, 46
47814 Bellaria-Igea Marina (RN)
www.studiovasini.it

Orari Ufficio:
08:30-12:30 - 14:30-18:30
CHIUSO IL MERCOLEDI'

Rag. Raffaello e Dott. Marco
Telefono 0541.344651
Telefono 0541.345574
Telefax 0541.344777

Cellulare (+39) 380.7891757
Cellulare (+39) 346.9852347

Cerca nel sito

Foto usata sotto licenza Creative Commons da Fraser Mummery  Studio Vasini snc di Vasini Raffaello e Vasini Marco - © 2010 Tutti i diritti riservati.

Powered by Webnode