Posto auto in garage comune: come provvedere all’assegnazione degli spazi tra tutti i condomini?

22.09.2011 12:49

 

(28/06/2011)di Alessandro Gallucci,

E’ cosa ricorrente che i condomini abbiano delle autorimesse senza box, ossia degli spazi comuni dove ogni condomino avrebbe il diritto di parcheggiare la propria auto. Usiamo il condizionale poiché l’incertezza normativa sul tema dei posti auto ha fatto si che molte volte venissero vendute unità immobiliari senza il posto auto pertinenziale. Al di là di ciò qual è la norma di riferimento, ossia quella che sancisce il diritto del comproprietario dell’autorimessa ad utilizzarla?
 
Al riguardo bisogna fare riferimento al primo comma dell’art. 1102 c.c. che recita:
 
Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il migliore godimento della cosa”.
 
Quanto alle modalità cui deve conformarsi il diritto all’uso della cosa comune la Cassazione è costante nell’affermare che “ il pari uso della cosa comune non postula necessariamente il contemporaneo uso della cosa da parte di tutti i partecipanti alla comunione, che resta affidata alla concreta regolamentazione per ragioni di coesistenza; che la nozione di pari uso del bene comune non è da intendersi nel senso di uso necessariamente identico e contemporaneo, fruito cioè da tutti i condomini nell’unità di tempo e di spazio, perché se si richiedesse il concorso simultaneo di tali circostanze si avrebbe la conseguenza della impossibilità per ogni condomino di usare la cosa comune tutte le volte che questa fosse insufficiente a tal fine” (Cass. 16 giugno 2005 n. 12873).
 
Nel caso dell’autorimessa è evidente che la specifica destinazione escluda a priori qualunque altro uso; eppure è ben probabile che le sue dimensioni siano incompatibili con un’utilizzazione contemporanea da parte di tutti i comproprietari. In questi casi, è la stessa Suprema Corte ha ritenerlo conforme al dettato normativo, è legittimo usare i posti a turno. In tal senso si dice che“ la disciplina turnaria dei posti macchina, lungi dal comportare l’esclusione di un condomino dall’uso del bene comune, – come ritiene la sentenza impugnata, – è adottata per disciplinare l’uso di tale bene in modo da assicurarne ai condomini il massimo godimento possibile nell’uniformità di trattamento e secondo le circostanze; che la delibera, la quale disciplina l’uso di un bene comune può essere legittimamente assunta con le maggioranze di cui all’art. 1136 cod. civ., purché sia assicurato il pari uso di tutti i condomini, e cioè il massimo godimento possibile, come è avvenuto nel caso in esame “(così, su tutte, Cass. 16 giugno 2005 n. 12873).
 
Ciò detto ed al di là del fatto che sia o meno necessario usare a turno l’autorimessa è bene domandarsi: come assegnare i singoli posti?
 
La risposta è molto semplice: l’obiettivo dev’essere quello di garantire a tutti i condomini il miglior uso del bene in relazione alle loro condizioni fisiche (es. garantendo ai disabili il posto più agevole) e alle caratteristiche dei loro veicoli (es. un posto più ampio a chi ha mezzi più ingombranti) . In assenza di determinazioni assembleari l’uso è libero e quindi rimesso al buon senso.
 

CondominioWeb.com
Avv. Alessandro Gallucci

Contatti

Studio Vasini snc - Amministrazioni Condominiali, Immobiliari, Servizi e Consulenze c/Terzi

studiovasini@gmail.com

Via Mar Tirreno, 46
47814 Bellaria-Igea Marina (RN)
www.studiovasini.it

Orari Ufficio:
08:30-12:30 - 14:30-18:30
CHIUSO IL MERCOLEDI'

Rag. Raffaello e Dott. Marco
Telefono 0541.344651
Telefono 0541.345574
Telefax 0541.344777

Cellulare (+39) 380.7891757
Cellulare (+39) 346.9852347

Cerca nel sito

Foto usata sotto licenza Creative Commons da Fraser Mummery  Studio Vasini snc di Vasini Raffaello e Vasini Marco - © 2010 Tutti i diritti riservati.

Powered by Webnode