Se il condominio non prova la convocazione nella cassetta delle lettere l'assemblea può essere annullata

10.08.2010 15:02

 

(19/07/2010) Corte d'Appello di Roma, sentenza n. 967 del 30/03/2010

Poiché l'art. 1136 cod. civ. non prescrive particolari modalità di notifica ai condomini per l'avviso di convocazione delle relative assemblee, la comunicazione può essere data in qualsiasi forma idonea al raggiungimento dello scopo; sicché si deve ritenere che la disposizione di legge sia stata osservata quando risulti provato, anche a mezzo di presunzioni, che i condomini abbiano, in qualunque modo, avuto notizia della convocazione.
 
Ne consegue che anche l'inserimento dell'avviso di convocazione nella cassetta delle lettere del condomino vale a porre la ragionevole presunzione della conoscenza dell'avviso stesso da parte del condomino, posto che, una volta che l'avviso è pervenuto all'indirizzo del destinatario, si verifica la fattispecie dell'art. 1335 cod. civ. , essendovi stata una attività materiale idonea a portare l'atto nella sua sfera di conoscibilità.
 
Ma qualora, poi, il condomino agisca per far valere l'invalidità di una delibera assembleare, adducendo la sua mancata convocazione, incombe sul condominio convenuto l'onere di provare che tutti condomini sono stati tempestivamente avvisati della convocazione.

Contatti

Studio Vasini snc - Amministrazioni Condominiali, Immobiliari, Servizi e Consulenze c/Terzi

studiovasini@gmail.com

Via Mar Tirreno, 46
47814 Bellaria-Igea Marina (RN)
www.studiovasini.it

Orari Ufficio:
08:30-12:30 - 14:30-18:30
CHIUSO IL MERCOLEDI'

Rag. Raffaello e Dott. Marco
Telefono 0541.344651
Telefono 0541.345574
Telefax 0541.344777

Cellulare (+39) 380.7891757
Cellulare (+39) 346.9852347

Cerca nel sito

Foto usata sotto licenza Creative Commons da Fraser Mummery  Studio Vasini snc di Vasini Raffaello e Vasini Marco - © 2010 Tutti i diritti riservati.

Powered by Webnode